mercoledì 28 marzo 2018

Volume 44 dei Rendiconti online della Società Geologica Italiana - Tre secoli di geologia in Italia

Sul sito della Società Geologica Italiana è stato pubblicato il volume 44 dei Rendiconti online della Società Geologica Italiana, dedicato al tema “Tre secoli di geologia in Italia” edito da Alessio Argentieri, Marco Pantaloni, Marco Romano, Gian Battista Vai.
Questo volume dei Rendiconti Online della Società Geologica Italiana raccoglie in forma di short notes i contributi collegati all'analoga sessione dell'88° Congresso societario, tenutosi a Napoli dal 7 al 9 Settembre 2016 presso l’Università “Federico II”.
I soci della Società Geologica Italiana possono scaricare il volume attraverso il proprio account personale al seguente indirizzo: http://rendiconti.socgeol.it/210/ultima_uscita.html



Questo i contributi presenti nel volume:

  • Argentieri A., Cosentino D., Dal Piaz G.V., Pantaloni M., Petti F.M. & Zuccari A. - Ritratto di un gentiluomo con il papillon: Achille Zuccari, Segretario Generale della Società Geologica Italiana.
  • Battista F., Citton P., Leoncini C., Riti L. & Nicosia U. - The paleontological collection of Egidio Feruglio at MUST.
  • Fabbi S., Cestari R. & Pichezzi R.M. - The “Subiaco stone” and the early studies on the carbonate successions of the Upper Aniene Valley.
  • Laureti L. - The mapping of the Lombard geologists in the XIX Century from Brocchi to Taramelli.
  • Dal Piaz G.V. - Felice Ippolito, il Comitato Nazionale per le Ricerche Nucleari e la ricerca di minerali radioattivi nel basamento cristallino delle Alpi.
  • Candela A. - Per una storia sperimentale delle Scienze della Terra: dal documento alla prova sul terreno.
  • Perini P. - Cartografia geologica del confine calabro-lucano alla fine del XIX secolo: il contributo di Giovanni Battista Bruno, “amatore di geologia”.
  • Lipparini L., Bencini R. & Gerali F. - “Sgorga il Petrolio dalla Terra d’Abruzzo”: oil exploration and production history in the Abruzzo region (Central Italy) across the 20th century.
  • Lipparini L., Gerali F. & Bencini R. - “Dighe di pece e di asfalto”: bitumen exploitation history in the Abruzzo region (Central Italy) across the 20th century.
  • Barale L., Mosca P. & Fioraso G. - Il “periodo d’oro” degli studi geologici nelle Alpi Marittime tra il XIX e il XX secolo.
  • Salvador I., Romano M. & Avanzini M. - Gli “apparenti disordini delle leggi fisiche dell’universo”: gli effetti delle eruzioni del Laki (1783) e del Tambora (1815) nelle cronache delle regioni alpine.
  • Abate T. & Branca S. - L’introduzione del colore per la rappresentazione dei prodotti vulcanici: il caso della cartografia geologica dell’Etna nel XIX secolo.
  • Lanzini M. - La geologia e le catacombe romane. Michele Stefano De Rossi (1834-1898), un geologo inventore.
  • Romano M. & Nicosia U. - Tributo a Bruno Accordi: la prima riscoperta e valorizzazione moderna delle ‘gloriose’ radici geopaleontologiche Italiane.
  • Argentieri A., Occhigrossi B.C., Piro M. & Rotella G. - Natural and anthropogenic cavities and sinkholes in Rome metropolitan area: from geological and speleological research to land management.
  • Marchetti L., Petti F.M., Bernardi M., Citton P., Rossi R. & Schirolli P. - On the first description of tetrapod footprints from Italy: re-analysis of the original specimen after 150 years.
  • Console F., Fabbi S. & Pantaloni M. - La cartografia geologica in Calabria nel XIX secolo.
  • Visconti A. - Paesaggi geo-mineralogici e produzione siderurgica in Lombardia tra Sette e Ottocento: un’interconnessione sempre più stretta.