martedì 5 agosto 2014

La duna di Marinella, a Torretta di Crucoli (KR)

di Marco Pantaloni

Geoitaliani è in vacanza.

Non per questo ci si dimentica del blog.
Allora oggi descriviamo la splendida, solitaria spiaggia di Marinella a Torretta di Crucoli, in provincia di Crotone.


Sul retro della spiaggia è ben visibile la magnifica Duna di Marinella, uno dei più interessanti esempi di duna recente di quest'area jonica.


La Duna di Marinella è costituita da sabbie a granulometria media e medio-fine di colore grigiastro, fissate dalla vegetazione, e da silt e limi accumulati nelle aree retrodunari; la duna raggiunge anche altezze di circa 20 metri.
Le sabbie, oloceniche, ricoprono più unita pleistoceniche. Una bellissima macchia mediterranea, costituita da Ammophila, Crucianellum, vegetazione annua e boscaglia fissa e consolida la duna.
La Duna di Marinella, che comprende la duna olocenica e quella pleistocenica, è inclusa nell'area protetta SIC di tipo B (codice IT9320110) tra i siti Natura 2000; è estesa 48 ettari.



L'area ricade nel foglio geologico 554 Crucoli della Carta geologica d'Italia in scala 1:50.000, in corso di realizzazione da parte del Servizio geologico d'Italia – ISPRA.

Come di consueto, purtroppo, nel nostro Paese, la continuità, e l'integrità, del cordone dunare di Marinella è interrotto dalla presenza di alcune costruzioni, tra le quali anche una imponente struttura alberghiera.



Per saperne di più:
ISPRA - Banca dati geositi: http://sgi2.isprambiente.it/geositiweb/



1 commento:

  1. L'informazione non è corretta le Dune di Marinella, topograficamente, e come Zona Speciale di Conservazione fanno interamente parte del territorio Comune di Cirò. La duna è inclusa tra le "ZSC marino-costiere" della Regione Calabria https://www.parchimarinicalabria.it/ente-gestore-zsc/le-zsc-marino-costiere.
    La duna costiera a sud del territorio di Crucoli non ha questo toponimo, e non mantiene le caratteristiche ecologiche delle dune di Marinella, di cui la specie guida è la ginestra bianca (retama retams).
    Geologicamente la duna di Crucoli costituisce la parte settentrionale, ma minoritaria del complesso di dune in territorio di Cirò che si estende dal confine di Crucoli per alcuni km fino al torrente S.Venere in territorio di Cirò.
    La struttura alberghiera indicata si trova nel comune di Cirò, e non si inserisce nel contesto dunario ma in una limitata fascia agricola-antropizzata afferente un vallone.

    RispondiElimina