venerdì 4 ottobre 2013

Giovanni Pallini detto “Jack”: un geoscienziato nel Dizionario Biografico degli Italiani

di Alessio Argentieri e Marco Pantaloni
Giovanni Pallini, detto Jack
(Roma, 15 febbraio 1949 -
Monte Nerone, 25 settembre 2003)



Oggi 4 ottobre 2013, presso l’Aula Magna dell’Università degli Studi “Gabriele D’Annunzio” di Chieti- Pescara, avrà luogo il convegno “JACK’S DAY. Giornata in memoria del professor Giovanni Pallini”, paleontologo, biostratigrafo e formidabile docente degli Atenei di Roma “La Sapienza” e di Chieti - Pescara.

La giornata, che cade nel decimo anno dalla sua scomparsa, verterà sui vari temi di carattere paleontologico e geologico-stratigrafico di cui egli si interessò, ma sarà anche occasione di riflessione sul contributo delle geoscienze italiane al progresso scientifico verso la fine del XX secolo e sull'eredità lasciata da Jack alle generazioni presenti e future.





GEOITALIANI e la Sezione di Storia delle Geoscienze della Società Geologica Italiana partecipano all'evento, per le motivazioni già esposte, e per un’altra in particolare ….

Nell'ambito della collaborazione da tempo instaurata con la redazione del Dizionario Biografico degli Italiani (DBI), opera collettiva dell’Istituto dell’Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani (già oggetto di uno dei primi post pubblicati sul blog), abbiamo potuto contribuire all'aggiornamento del lemmario, a partire dalla lettera M, per quanto riguarda i geoscienziati.
Ci è stata così data l’opportunità di proporre per l’inserimento anche la figura di Giovanni Pallini; la stessa idea era venuta indipendentemente anche ad Andrea Fiorentino. Ricevuti i due diversi input, la redazione del Dizionario Biografico ha prontamente recepito la proposta  (e per questo un particolare ringraziamento va a Federica Favino, storica della scienza attenta alle vicende della nostra comunità). La voce, che comparirà nel volume 80 del DBI di prossima pubblicazione, è stata redatta, ça va sans dire, da Massimo Santantonio.

Jack e Massimo, nel loro habitat naturale,
presumibilmente sul finire degli anni ‘80
Siamo perciò orgogliosi di celebrare oggi il riconoscimento a pieno titolo di Jack, con la sua pagnotta sottobraccio, nel “pantheon” dei GEOITALIANI, a testimonianza di quello che ha rappresentato, e ancora oggi rappresenta per diverse generazioni di geologi appenninici.