mercoledì 1 maggio 2013

1889, la Pietra Papale di Gignese (Verbania)


La Pietra Papale, prima della sua completa demolizione
di Marco Pantaloni

A Gignese (Verbania) esisteva un magnifico esempio di masso erratico, oggetto di ammirazione e studio: la Pietra Papale era un monumento geologico magnifico per le sue dimensioni e la qualità del granito, del tipo rosa di Baveno.

Nonostante gli auspici invocati da scienziati italiani e stranieri, gran parte dei massi erratici, compresa la Pietra Papale, sono stati usati per estrarne materiale da costruzione e trasformati in case e ville.
Qui un estratto da un lavoro pubblicato da Philip Lutley Sclater (entomologo britannico, 1829-1913) sulla rivista Nature nel 1889.


Sclater P.L. (1889) - La Pietra Papale. Nature, Volume 41, Issue 1046, pp. 30-31.
Above Stresa, on the western bank of Lago Maggiore, there is an enormous granite boulder, which deserves the attention of geologists. It lies on the left slope of an old moraine, near the little village of Gignese, and not far from the Hotel Alpino, at an elevation of about 2500 feet above the sea-level. It is roughly oblong in shape, and measures some 75 feet in length, and perhaps half as much in breadth and thickness. The projected mountain railway from Stresa to the summit of Monte Motterone will pass close to the spot where it lies, and the masons are already engaged in converting the smaller boulders into building-stones. It is to be hoped, however, that la pietra papale, as this splendid example of the carrying powers of ice is called by the villagers, will not suffer the like fate. The Italian Alpine Club, will, we may trust, interest themselves in this matter.

Carlo Fabrizio Parona (1855-1939)


Nei pressi di Gignese si trovano altri massi erratici importanti, sul fianco del Sciarrè e cioè: il sasso Brissiga, quello del Cucù, quello dei Coroni, ecc., dei quali però non è conosciuto lo stato di conservazione.

Della Pietra Papale si occupò Carlo Fabrizio Parona, professore dell'Università di Torino, e del monumento geologico resta solo il ricordo e qualche vecchia fotografia.