domenica 1 dicembre 2013

CinqueZeroZero !

di Alessio Argentieri e Marco Pantaloni




Sulla scia del “Jack’s Day”, sentito e coinvolgente convegno in memoria di Giovanni Pallini tenutosi a Chieti lo scorso Ottobre, la pagina facebook GEOITALIANI ha visto crescere rapidamente i consensi, fino a raggiungere il CINQUECENTESIMO gradimento!!!

E per celebrare questo traguardo prendiamo in prestito una delle immagini simbolo del Festival della Scienza di Genova 2011, manifestazione internazionale dedicata al tema “150 e oltre” in omaggio alla ricorrenza del centocinquantenario dell’Unità d’Italia.
Qui è stato concepito l’embrione della nostra idea, con la mostra dal titolo “Unità di misura e misura dell'Unità”, realizzata in collaborazione tra il Laboratorio di Matematica "www.formulas.it" dell'Università Roma TRE, i Dipartimenti di Matematica e Scienze Geologiche dello stesso Ateneo e la Provincia di Roma. La mostra, partendo dall’adozione del metro quale unità di misura di lunghezza sul territorio nazionale, propone una lettura del progetto di cartografia geologica d’Italia quale filo conduttore dell’unificazione e della costruzione di un'identità fisica, oltre che politica e culturale, ripercorrendo il lungo processo a partire dal Paleozoico!

Dopo il necessario periodo di gestazione abbiamo proposto alla Società Geologica Italiana l’istituzione della Sezione di Storia delle Geoscienze, che come è noto è stata sancita nel Dicembre 2012.
A Marzo 2013, con l’attivazione del Blog (supportato dalla pagina Facebook e dall'account Twitter, che si sono rivelati straordinari strumenti di diffusione dell’iniziativa), è nata la comunità di GEOITALIANI.

Il tema della storia delle scienze geologiche, inizialmente apprezzato da un pubblico più maturo, ha raggiunto una fascia oggi più ampia, come testimoniato dal fatto che oltre il 50% di chi ci segue su Facebook ha meno di 35 anni. Il nostro scopo era infatti raggiungere diverse generazioni di geologi e appassionati delle Scienze della Terra, senza limitazioni di età, nazionalità, “corporazione” o altro, per stimolare la riflessione sulla nostra memoria collettiva. Ed è bellissimo constatare come il gruppo annoveri tra i suoi fedelissimi molti “non addetti ai lavori” (alcuni dei quali, che salutiamo affettuosamente, sono ormai noti a chi ci legge come protagonisti attivi della discussione e parte integrante dello “zoccolo duro”), e di cui ci auguriamo un sempre maggior coinvolgimento.

L’iniziativa continua ad essere garibaldina, volontaria, senza risorse umane né finanziarie dedicate, e volutamente non elitaria, ma senza trascurare il rigore scientifico. Ancora molto c’è però da fare, soprattutto all'interno della comunità geoscientifica .…
Nel frattempo un ringraziamento di cuore a tutti coloro che stanno contribuendo in vari modi, anche semplicemente dedicando un po’ di tempo a leggerci, a mantenere vivo lo spirito della tradizione GEOITALIANA.

Ad un anno dall'avvio della sezione, e a 8 mesi dal lancio del blog, le statistiche del blogger di Google ci danno numeri confortanti:
17500 pagine visualizzate, con una punta di 4300 a ottobre;
un massimo di 1730 visualizzazioni per il post "1925: l'eruzione di Fiumicino";
13000 accessi dall'Italia, 1700 dagli USA, 314 dalla Germania, 260 dalla Federazione Russa, 200 dal Regno Unito e dalla Francia, 130 dalla Cina e dall'Ucraina, 60 dalla Svizzera e dalla Spagna, .....